Insegnante: Marco Rampini

Storia

Il clarinetto è uno strumento musicale che appartiene alla famiglia dei legni e, più precisamente, a quella delle ance semplici. Esso non è stato inventato dal nulla ma è il risultato dell’evoluzione di strumenti precedenti: la cennamella, di forma corta e cilindrica, si può considerare un antenato di questo strumento. Essa era nota con il nome di chalumeaux e venne trasformata nell’attuale clarinetto grazie a Johann Christian Denner: nel 1600, a Norimberga, egli conferì al clarinetto la forma dell’oboe, con canne di legno suddivise in segmenti, con una campana distinta e due chiavi. Il merito delle migliorie apportate alla meccanica è di Barthold Fritz, un fabbricante di Braunschweig. La nascita del clarinetto moderno con 13 chiavi si deve a Ivan Muller nel 1792.


Famiglia

La famiglia dei clarinetti è composta da:

  • Clarinetto in Do: è lo strumento più comune della famiglia;
  • Clarinetto in Si
  • Clarinetto in La
  • Clarinetto basso: deve la sua forma ad un disegno realizzato da Adolphe Sax nel 1836;
  • Clarinetto contralto: costruito nel 1792;
  • Clarinetto contrabbasso: costruito da Fontaine – Besson nel 1890.

Un ramo distinto della famiglia dei clarinetti comprende:

  • Corno di bassetto: è un clarinetto contralto con un tubo più stretto di diametro e con pareti più sottili. Il primo modello costruito in Germania, intorno al 1770 è a forma di mezzaluna.
  • Corno di bassetto contrabbasso

Anatomia dello strumento

  • Ancia semplice
  • Fascetta
  • Bocchino
  • Barilotto
  • Corpo superiore
  • Corpo inferiore
  • Campana

 

 

Marco Rampini, nato nel 1986, comincia i suoi studi musicali nel 1994 suonando clarinetto con Mariagrazia Panuccio. la sua prima banda è il “civico corpo bandistico S.Cecilia” a Manerbio con la direzione di Arturo Andreoli. suona anche nelle bande di paesi vicini con le quali collabora. si laurea in educazione professionale sanitaria nel 2008 e comincia a insegnare clarinetto nella scuola di musica L. Manfredini di Manerbio nel 2010. frequenta corsi con Arturo Andreoli con il quale comincia a studiare i fondamenti della direzione. prosegue gli studi con M. Denis Salvini, M. Arturo Andreoli e un corso estivo con M. Lorenzo della Fonte. frequenta anche ulteriori seminari sotto la direzione di maestri internazionali come M. Ronald Johnson, M. Felix Auswirth M. Lorenzo della Fonte e M. Rafael Pascual Vilaplana. Partecipa a marzo 2017 al Midwest International Conducting Symposium insieme a Marta Lecchi, Erina Ferrarini, Davide Sottini e Stefano Giacomelli con il maestro Ronald Johnson. da gennaio 2017 dirige la banda di Capriano del Colle

 

Programma del corso

I corso: insegnamento dei primi rudimenti dello strumento: imboccatura, montaggio e smontaggio e cura dello strumento . tecniche di respirazione. Utilizzo del libro  A tune a Day, Ascolta, leggi e suona volume 1. Duetti tratti da vari metodi per l’apprendimento di musica polifonica omoritmica.

II corso:  prosecuzione del libro Ascolta leggi e suona 1 e inizio del volume 2. Introduzione di duetti, trii o quartetti per l’apprendimento di brani polifonici con poliritmia.

III corso: metodo Lefevre volume 1 e prosecuzione di brani d’insieme, Kovacs volume 1

IV corso: Ascolta leggi e suona volume 3 e brani d’insieme, Kovacs volume 2

Perfezionamento: metodo Giampieri volume 1, Jean Jean volume 1, Lefevre volume 3 sonate